“Printing in color from Windows is a complex ballet
of application software, the printer driver, and even the video driver.”
PC Magazine

il CAD e le stampe

il cad e le stampe

linguaggio
standard: HPGL

windows e HPGL

le compatibilità

le stampanti
da tavolo

stampe lunghe

stampe a colori

Autocad e le stampe

dal FORUM di HP

driver HP ad oggi

referenze

chiedi il tuo driver

 

 

IL CAD E LE STAMPANTI DA TAVOLO
La gestione dei margini di stampa - la centratura - la gestione dei colori
(Queste considerazioni sono valide anche per i "plotter")


Molto spesso, senza motivi apparenti, si ottengono risultati contrastanti*.
Le cause che portano a questi risultati derivano, principalmente dalle seguenti situazioni di lavoro in cui opera lo Studio di progettazione:

  • stessa versione del programma CAD e due stampanti diverse;
  • versioni diverse del programma CAD sullo stesso modello di stampante;
  • stessa versione di programma, stesso modello di stampante, diverse versioni di Windows

    dalla rivista PC PROFESSIONAL, una risposta ad un utente CANON che lamentava la mancanza di driver XP.
    "Ogni produttore si impegna a commercializzare un prodotto dotandolo a sua scelta dei
    driver per i Sistemi Operativi più diffusi al momento della prima uscita e descrive nelle
    sue caratteristiche tecniche quali driver sono disponibili............
    La precisazione di consultare la lista delle compatibilità dei prodotti per il nuovo Sistema Operativo
    è quindi corretta, in quanto possono esserci casi in cui una nuova versione sia compatibile o meno
    con la precedente versione del Sistema operativo.
    Nel passaggio da Windows 2000 a Windows XP, ad esempio, Microsoft ha modificato in
    modo sostanziale le modalità di dialogo tra i sistemi operativi, i driver e le periferiche di
    stampa, sia dal punto di vista software che hardware in quanto, ad esempio, sono
    cambiate le modalità d'interrogazione della porta parallela; ovviamente la diversa modalità
    si riferisce a come venivano interrrogate le periferiche prima di Win XP".


Stampa sempre bene con tutti i programmi ma non con il CAD
Perché con programmi tipo Word, Excell, Corel Draw, Paint ecc. si hanno, generalmente delle stampe ottimali, mentre con il CAD si hanno facilmente problemi?
*Come abbiamo precedentemente detto, bisogna tenere presente che il CAD, contrariamente ai programmi di cui sopra che generano l'immagine su una maglia di punti, usa un linguaggio particolare - vettoriale - il quale ha generato una periferica di stampa specifica che è il plotter (tracciatore) con braccio portautensile (penna): una linea generata in CAD è in effetti un vettore - il comando di uno spostamento - quindi il comando di prendere una penna, posizionarla sulla carta in un punto XY e trascinarla - su un asse orizontale - fino ad un altro punto XY; il tutto mentre la carta va avanti e indietro (si pensi al disegno di uno zig-zag o addirittura di un cerchio!).
Genera file di stampa .plt per il protocollo standard dei plotter che è l'HPG o l'HPGL-2.
Quasi tutte le stampanti non gestiscono l'HPGL.
La stampante non ragiona quindi come un plotter non essendo, la sua logica e la sua meccanica, pensate per questo e di conseguenza non sa interpretare correttamente il linguaggio CAD: non ci sono penne da prendere e posizionare, la carta non scorre avanti indietro, ecc.
Ogni stampante agisce, di conseguenza, in funzione di quello che capisce; ogni modello di stampante interpreta a suo modo ciò che le viene inviato dal driver "traduttore".
Ce ne possono essere alcune che stampano senza deformazioni di sorta: è solo una coincidenza.


Gestione margini di stampa - centratura
Il CAD (linguaggio vettoriale), manda i dati al plotter in sequenza continua e sviluppa il disegno con l'inizio della pagina in basso a sinistra.
Windows è invece un gestore di pagina ed usa un linguaggio a punti che ricrea, traducendola, l'immagine CAD sulla sua griglia raster: l'origine di questa pagina è il centro; da qui tutte le difficoltà a gestire correttamente i posizionamenti; in linea di massima, finché si stampa una immagine di piccole dimensioni, i risultati possono esere soddisfacenti; con immagini più grandi, quando il centro pagina va oltre un certo limite questo porta all'inconveniente accennato.

Anche qui, ogni stampante traduce quello che capisce: ce ne possono essere alcune che stampano senza deformazioni; Ecco che qui entrano in gioco i drivers, i quali mettono in comunicazione due individui che parlano due lingue diverse. La qualità delle stampe deriva dalla capacità di "traduzione" dei drivers.


Stampanti a rotolo - Epson ed altre
perché con queste stampanti, Epson 1520 e 3000 malgrado siano date per stampe di 5/6 metri, non si riescono ad ottenere strisciate più lunghe di 118 centimetri in un'unica immagine, senza interruzioni e senza salto pagina?
Il motivo della lunghezza massima a 1118 (A0) stà nel fatto che la Epson, ricevendo un'istruzione CAD, automaticamente attiva l'Epson Plot - tra l'altro non più supportato da Epson - un emulatore del primordiale protocollo HPGL che non genera spessori di penne (il vettore non ha spessore) e che, per mezzo del driver di stampa generico (e autonomo!) Printer Manger dato con Windows, compone la pagina e ne comanda la stampa: ed il formato massimo dell'A0 è di cm 118.
Ammenocché l'applicativo in uso (programma) non abbia il driver "specifico" di quella stampante e ne piloti le caratteristiche meccaniche o che la stampante abbia il driver per il programma che la deve pilotare: se poi lo avesse, bisognerebbe che fosse per quella "specifica" versione di programma.

Dalla rivista PC PROFESSIONAL, una risposta di Epson ad un utente che lamentava il mancato aggiornamento dei driver Win98 per una nuova versione del Sistema Operativo, l'XP:
".....In questo caso, per una società che produce periferiche come Epson non si tratta di un semplice aggiornamento di un driver....., quanto piuttosto di svilupparlo ex novo con un impiego di risorse, anche finanziarie, pari a quelle per il lancio di un nuovo prodotto. La dinamica del mercato del PC con la sua frenetica corsa all'ultimo bit, crea difficoltà obbiettive sia agli utenti che ai produttori, che devono assumersi l'onere di un continuo aggiornamento dei propri prodotti. Un'attività che, già impegnativa in termini di aggiornamenti, diventa insostenibile se richiede un vero e proprio sviluppo ex novo, distogliendo risorse ed investimenti dai nuovi prodotti."


Stampe lunghe
Per ottenere stampe più lunghe oltre i due metri e dialogare al meglio con le stampanti, esiste un piccolo programma nato apposta che, importando il file HPGL, traduce le informazioni CAD nel linguaggio specifico delle stampanti (aghi, laser, inkjet) facendole lavorare come plotter a getto d'inchiostro, permettendo stampe lunghe fino cm 230/250, l'impostazione di spessori e colori, la gestione Font True Types e l'accodamento dei files in stampa (batch).


Sbavature su carta lucida
Stampando su lucido (carta trasparente) con le normali ink-jet, molto sovente le stampe non hanno un aspetto soddisfacente, in quanto sbiadite, scarsamente definite, con evidenti sbavature.

Bisogna tenere presente che le stampanti non sono plotter; di conseguenza - in genere - i loro inchiostri non sono stati pensati per stampare su carta lucida da disegno, la quale ha caratteristiche ben diverse dalla normale carta.
Comunque, una soluzione esiste: bisogna procurarsi un particolare tipo di lucido creato apposta per poter lavorare con quegli inchiostri.


Testi non corrispondenti (anche sui plotter)
Il testi stampati risultano diversi da quelli visti a monitor, più grandi e scentrati

Ci possono essere diverse ragioni:

  • Una piccola diffrenza è normale: i caratteri si adattano alla griglia di pixel del monitor.
    Siccome la risoluzione in stampa è diversa, in base ad essa, questa differenza risulta più o meno evidente.
  • La maggior parte dei CAD non conoscono la periferica con cui devono stampare (non hanno il driver specifico).
  • Molti Fonts sono descritti nella logica della stampante/plotter; la definizione può essere differente: per esempio, i Fonts sugli HP sono molto più piccoli di quelli sui plotter Roland.
    Una grande differenza, già visibile sul layout, può divenire dalla riduzione in scala per la stampa. La dimensione dei testi viene riprodotta in base all'altezza prefissata:3 mm impostati sul disegno saranno 3 mm sulla carta.
  • Alcuni programmi CAD non danno la possibilità di impostare l'altezza del carattere nel disegno diversa da quella in stampa.
  • Alcuni CAD hanno grossi problemi nel riprodurre correttamente i Font True Type.



richiedi il tuo driver aggiornato

PAOLO CASELLA & C. sas - dal 1977
Via Loreto alta, 43/1 - ALASSIO (SV) - Tel 0182 660210 - cell 339 652 72 68
www.paolocasella.it - casella@paolocasella.it - paolocasella@PEC.it

programmi CAD, rendering e disegno mano libera - topografia e rilievo - plotter - strumenti ingegneria
DRIVERS HPGL per plotters e stampanti